Digiuno la sera: può servire per dimagrire?

0
495
digiuno serale

Il digiuno la sera è considerato da molte persone una vera e propria dieta. Sotto molti punti di vista, questo ragionamento non è del tutto sbagliato: quando si parla di digiuno per dimagrire a intermittenza infatti, può essere buona prassi astenersi dalla tavola proprio nel frangente serale.

Se fai questo tipo di scelta, stai seguendo una scelta logica. Mentre pasti come colazione, pranzo e anche merenda comportano l’apporto di energia per le attività seguenti, dopo cena è molto difficile che avrai un dispendio energetico degno di nota.

In tal senso, sovraccaricare il fisico è inutile e può comportare a difficoltà nel prendere sonno nonché nella digestione. A livello metabolico dunque il digiuno serale, o comunque una cena leggera, sono piuttosto consigliabili. Ovviamente, penso tu sappia bene come vi sia una sostanziale differenza tra mangiare poco e saltare direttamente la cena.

Il digiuno la sera può essere considerata una buona abitudine?

Prima di approfondire questo tema, devo fare una precisazione. Ricorda sempre che, prima di qualunque mossa in tal senso devi chiedere consiglio al medico di fiducia o ad eventuali nutrizionisti.

In seconda battuta, è bene considerare un fatto. Effettuare il digiuno serale non vuol dire abbuffarsi a pranzo. Seguendo questo comportamento, potresti ottenere risultati diametralmente opposti rispetto a quanto desiderato!

Al di là degli eventuali effetti a livello di linea, come già accennato le principali ripercussioni si possono avere effetti positivi per chi ha problemi come insonnia. Andare a dormire con lo stomaco vuoto (o comunque non sovraccarico) può rendere più facile raggiungere il sonno. Anche chi soffre di diabete può ottenere dei vantaggi da una cena leggera, anche se molto dipende dalla singola persona e dal suo generico stato di salute.

Come sempre, devi trovare un tuo equilibrio nella dieta

Se intendi seguire il percorso del digiuno alla sera senza collocare tale comportamento all’interno di una dieta a intermittenza, ecco alcune preziose dritte. A grandi linee non dovresti andare oltre i 10-14 giorni di digiuno serale.

Per ovvie ragioni, è bene fare anche attenzione a cosa si mangia durante il giorno. Nello specifico, a colazione il consiglio è quello di consumare frutta (per un ottimo apporto di vitamine), latte scremato e/o yogurt a colazione.

Il pranzo dovrebbe essere piuttosto sostanzioso, non tanto per quantità quanto per qualità delle sostanze. Pesce, verdure, carne bianca e pesci (ovviamente banditi i frutti e simili), dovrebbero essere all’ordine del giorno.

Non può mancare una merenda degna di tale nome. In tal senso, andiamo ancora a concentrarci sulla frutta, magari abbinandola a nocciole e yogurt (se non si è consumato a colazione). Un pezzo di pane integrale con sopra un po’ di miele è un ottimo sfizio, nonostante non abbia un impatto negativo sul regime alimentare. Tieni presente, senza esagerare, che questo sarà l’ultimo pasto della giornata… quindi non essere di manica stretta!

Questo tipo di regime alimentare, seppur non tra i più efficaci, può avere un impatto piuttosto positivo sul peso corporeo. Di fatto, seguendo tali direttive, puoi perdere un paio di chili senza sforzarti più di tanto.

In conclusione

Il digiuno serale può essere molto utile a patto che:

  • sia occasionale;
  • rientri pienamente in un programma di dieta a intermittenza o sia comunque limitato nel tempo;
  • chi effettua il digiuno serale è fisicamente sano;
  • chi si astiene dalla cena non esageri con gli altri pasti giornalieri.

Anche se non è una delle diete più funzionali, essa può risultare ottima per purificare il proprio corpo, favorire il sonno e, ovviamente, perdere qualche chilo di troppo!

Commenti