Dieta supermetabolismo: cos’è e come funziona

0
427

La dieta del supermetabolismo è uno dei regimi alimentari più chiacchierati del momento, soprattutto perché a quanto pare sono diverse le star internazionali che seguono questo percorso per mantenere una linea invidiabile.

Nato grazie al nutrizionista Haylie Pomroy nel 2013, questo regime alimentare è stato appositamente ideato con il fine di riattivare il metabolismo grazie a un apposito piano di alternanza degli alimenti.

A grandi linee, vi sono giorni in cui ci si concentra sull’assunzione di carboidrati e altri dove invece si opta maggiormente per proteine o grassi.

La Dieta del supermetabolismo richiede 5 pasti al giorno

L’alternanza degli alimenti non è l’unica peculiarità di tale regime alimentare. Secondo quanto sostenuto da chi ha ideato tale dieta, risulta essenziale consumare ogni giorno 3 pasti principali più due leggeri: una soluzione utile in tal senso potrebbe essere rafforzare la colazione, introdurne una seconda “light” e mantenere la classica merenda.

Le 3 fasi

L’alternanza tipica della dieta del supermetabolismo si basa principalmente su 3 fasi ben distinte, che vanno a ricoprire una settimana.

Teoricamente, il regime alimentare dovrebbe coprire un tempo totale di 4 settimane.

  • Durante la prima fase (lunedì e martedì) è necessario concentrarsi su frutta, verdura, cereali e magari un po’ di pesce (trota, salmone o tonno).
  • La seconda fase (mercoledì e giovedì) bisogna affidarsi a carni magre e uova, riducendo (ma mantenendo) le verdure.
  • La terza fase (tutto il weekend) risulta quella più libera e include il consumo di proteine, olio, cereali, frutta e verdura.

Secondo quanto sostenuto da chi ha ideato questa dieta, in un mese si perdono generalmente circa 5 chili in questo modo, anche se è possibile arrivare a perderne anche il doppio.

Naturalmente non va dimenticato come è utile abbinare al regime alimentare anche dell’attività fisica: la prima fase, per esempio, si abbina particolarmente ad attività di natura aerobica. Nelle fasi successive, potrebbe essere sufficiente fare qualche passeggiata a ritmo sostenuto.

 

Una dieta per accelerare il metabolismo

Come hai potuto appurare, non si tratta di una dieta particolarmente rigida: i risultati ottenuti non sono così accentuati come altri regimi alimentari ma, se abbinata a una buona dose di attività fisica può portare dei discreti benefici.

L’attivazione del metabolismo infatti consente di rendere il fisico più asciutto e di perdere qualche chilo senza dover per forza fare sacrifici assurdi.

Se sei in cerca di un regime alimentare equilibrato e che ti consente di mantenere buoni risultati ottenuti con precedenti diete, la dieta del metabolismo potrebbe essere la strada giusta da seguire.

Commenti
SHARE