Dieta Dukan

0
1047
Dieta Plank

La dieta Dukan è uno dei piani alimentari più famosi al mondo.

Creato dal dottor Pierre Dukan, nutrizionista francese, la Dukan ha spopolato ovunque, creando un mercato intorno ad essa ricchissimo. Il nutrizionista, infatti, ha scritto più di diciannove libri e venduto oltre due milioni di copie in tutto il mondo. Ciò che i libri non dicono però, è che il nutrizionista è stato eliminato dall’albo poiché la dieta non si basa su principi “sani”. In poche parole si tratta di una dieta proteica divisa in diverse fasi che si attuano una dopo l’altra.  Le quattro fasi sono: fase di attacco, di crociera, di consolidamento e di stabilizzazione.

Fase di attacco

La fase di attacco prevede l’assunzione di settantadue alimenti scelti e selezionati dal nutrizionista francese.  Tra questi figurano alimenti proteici come carni magre, pesce,  volatili, uova,  frutti di mare e  latticini magri. La perdita di peso prevista in questa fase va dai due ai quattro chilogrammi e ha una durata media dai due ai sette giorni in base al soggetto e alla situazione iniziale di peso. Sono previsti inoltre venti minuti di attività fisica giornaliera. In questa fase le proteine permettono di eliminare la massa grassa preservando la massa magra, con una perdita di peso istantanea. Nella dieta dukan, tra colazione pranzo e cena è previsto un cucchiaio e mezzo di crusca al giorno in qualsiasi forma si preferisce.

Ricette dieta dukan: fase di attacco

Nella fase di attacco la dieta dukan per colazione pranzo e cena prevede ricette con pollo, coniglio, tacchino, prosciutto magro, manzo, vitello, fegato di pollo, pesce, molluschi, crostacei, uova, aceto, senape, spezie, aglio, cipolla e ketchup. Tra le tante ricette di dieta dukan in fase d’accatto abbiamo i cefali in gratella, il pollo al timo, le cosce di pollo al cartoccio, la frittata di tonno, gli spiedini di sarde, il tacchino agli aromi e curry, il pollo all’orientale, la focaccia soffice di avena, il pane di crusca e il tiramisù dukan.

 

Fase di crociera

La fase di crociera prevede gli stessi alimenti della fase di attacco, però si possono aggiungere alle proteine ventotto verdure (finalmente!).  La perdita di peso circa è di 1 kg alla settimana per un totale di sette giorni. La crusca giornaliera è di due cucchiai. L’attività fisica invece aumenta a trenta minuti.

Fase di consolidamento

La fase di consolidamento oltre ai 100 alimenti già introdotti in precedenza permette l’aggiunta della frutta, dei farinacei, del pane e del formaggio. In pratica si cerca di tornare alla normalità rintroducendo tutti gli alimenti. Più che una fase di dimagrimento come dice il nome è una fase di consolidamento, infatti, non si perde peso e dura dieci giorni per ogni chilo perso in precedenza. La crusca giornaliera aumenta a un cucchiaio e mezzo il giorno e l’attività fisica scende a venticinque minuti.

Fase di stabilizzazione

Qui il dottor Dukan permette un’alimentazione libera ma senza esagerazioni. Diciamo che questa più che una fase è una presa di coscienza, poiché in seguito alla perdita di peso si cerca di restare stabili.

Se volete approfondire un ottimo libro che illustra una variante della dieta Dukan è questo :

Dieta Dukan Illustrata

La dieta Dukan illustrata. La Dukan ancora più facile con 60 nuove ricette

 

 

Tirando le somme, la Dukan oltre ad essere una dieta proteica, nelle prime fasi è un regime alimentare puntiglioso e meticoloso. Intorno ad essa c’è un mondo commerciale vastissimo. Il nutrizionista, infatti, ha creato non solo degli esercizi fisici appositi, ma anche una gamma di prodotti che vanno “acquistati” per seguire alla lettera il piano alimentare. Possiamo quindi definire la Dukan non solo una dieta, ma un’operazione commerciale ben riuscita. La perdita di peso c’è, il problema però, come in tutte le diete proteiche, è che in seguito all’introduzione della pasta e del pane e al ritorno alla “vita normale”, è impossibile non cadere in piccole tentazioni come i fritti e quindi riacquistare tutti i chili persi.

Commenti