Workout in quarantena: i consigli di Arnold Schwarzenegger

0
158
workout in quarantena

Con i tempi che corrono, dedicare il tuo tempo alla cura del corpo può essere la soluzione che cerchi per mantenere un determinato equilibrio. E l’idea di poter praticare del sano workout durante la quarantena spinge esperti del settore e celebrità di ogni tipo a dire la loro in tal senso affinché la varietà d’esecuzione non venga mai meno. Uno degli ultimi esempi che seguono questa scia proviene da Arnold Schwarzenegger, la star del cinema ed ex Governatore della California.

Un messaggio importante il suo, visto e considerato che nel glorioso passato che lo caratterizza c’è anche una carriera da culturista. Un periodo d’oro, con un ruolino di marcia impressionante comprendente diversi titoli iridati come Mister Olympia e Mister Universo. E che grazie ad essi, gli ha permesso di vivere il mito di Hollywood sfornando in serie film e saghe di stampo action rimasti, tutt’oggi, nell’immaginario collettivo di diverse generazioni.

L’ambiente domestico per un workout in quarantena impeccabile

I consigli che ti dà Schwarzenegger per pianificare un’attività fisica che sappia superare lo stress del lockdown verte su regole semplici. In sostanza, se ciò che hai a disposizione è limitato rispetto ad una dotazione da palestra, sfruttalo comunque come meglio puoi. Se ci sono riusciti i gladiatori e i vichinghi (come ha sottolineato, di recente, su Reddit), per quale motivo non dovresti ricorrere a ciò che ti circonda sapendo di vivere in un ambiente estremamente confortevole se confrontato a quello di secoli e secoli fa? Un quesito stimolante, quindi, per accendere quella scintilla indispensabile per ottenere il benessere psico-fisico desiderato.

D’altro canto, è lo stesso Arnold ad aver sperimentato un approccio del genere. Basti pensare ai suoi primi passi verso il professionismo del bodybuilding, fatto di allenamenti all’aria aperta con trazioni a posizione supina mediante il sostegno dei rami di alcuni alberi collocati lungo un lago austriaco. Insomma, una mentalità vincente che se ne frega degli alibi circostanziali.

Flessioni, squat e sollevamenti

Andando nel dettaglio del workout in quarantena suggerito dall’attore, imprenditore e produttore cinematografico, balzano all’occhio numerosi esercizi. Flessioni, squat, sollevamenti a gambe piegate, trazioni e twist devono diventare il tuo mantra rispettando, ovviamente, i limiti della tua preparazione. Ma con costanza e dedizione, potrai passare da 25 a 50 ripetizioni in men che non si dica e sfoggiare un fisico da urlo. Un viatico essenziale, quindi, ma perfettamente calibrato per vivacizzare un momento storico opprimente. E che ben presto ti metterà di fronte ad una realtà oggettiva totalmente nuova.

Fonte: bloomberg.com

Commenti