Salute degli occhi: le diete che ne migliorano la condizione

0
214
salute degli occhi

Tenere in considerazione la salute degli occhi è un parametro che non dovresti mai sottovalutare. D’altro canto, le malattie oculari sono quelle che fanno più paura; e l’ipotesi di dover rinunciare progressivamente a un senso così importante può scatenare ansie e complicazioni che col tempo non sarai affatto in grado di debellare. Al fine di evitare questi scenari per te devastanti, valuta di seguire delle diete mediterranee o orientali. Il loro apporto vitaminico permette di diminuire il rischio di degenerazione maculare senile e di conseguente cecità, totale o parziale; diversamente, con un piano nutrizionale ricco di grassi e fast food, i pericoli in tal senso crescono in modo esponenziale.

La malattia che pregiudica la salute degli occhi

Andando nel dettaglio dei sintomi di quella malattia che danneggia la salute degli occhi, appare evidente che ci siano diversi campanelli d’allarme. Sappi che la degenerazione maculare è rara prima dei 55 anni; tuttavia, diventa frequente superati i 75 anni poiché le cellule della retina possono compromettersi soprattutto nella zona centrale, detta macula. In quel caso, le immagini appaiono distorte, smarrisci la percezione dei dettagli e i colori diventano meno brillanti. Inoltre, sembra che ci siano degli elementi che innalzino la probabilità di contrarre una patologia simile. Tra questi, vanno annoverati il fumo, l’eccesso di alcol, diabete, ipertensione, esposizione a fonti di luce intensa e, per l’appunto, una dieta sbagliata.

Le dritte di Naoko Chapman su come migliorare la propria condizione visiva

La ricercatrice dell’università di Auckland (Nuova Zelanda) Naoko Champman ha, così, posto l’accento sulle scelte alimentari più opportune da intraprendere al fine di salvaguardare la salute degli occhi. Per te che ami essere in forma sia dentro che fuori, è necessario assumere nutrienti come i carotenoidi dei vegetali, in particolare la luteina e la zeaxantina. Spinaci, rucola, radicchio, zucca, fagiolini, piselli e molto altro soddisfano questa richiesta in maniera esemplare. In più, non trascurare l’apporto che può darti l’omega-3 del pesce, un toccasana per palato e organismo in grado di darti la giusta regolarità.

Fonte: corriere.it

Commenti