Merendine: bambini e adulti ne consumano in quantità industriale

0
191
merendine

Sempre più dilaganti, e presenti in ogni formato, le merendine costituiscono ormai un elemento preponderante del tuo quotidiano. Che si tratti di un qualcosa di semplice, o di farcito, il suo appeal riesce a conquistare grandi e piccini che ne approfittano per consumarne in quantità ingenti. Un dato di fatto non indifferente che pesa sulla tua alimentazione regolare e bilanciata; e che a lungo andare può comportare una serie di complicazioni in grado di alterare il proprio benessere psico-fisico. Una prospettiva da non sottovalutare qualora tu sia intenzionata a mantenere un determinato bilanciamento per non sfigurare in qualunque circostanza.

I dati dell’indagine Doxa sulle merendine

Andando nello specifico di un’indagine condotta da Doxa, l’assunzione media di merendine assume contorni incredibili. E questo, si intende, sia per quantità che per frequenza. Considerato ormai un prodotto trasversale, il 66% dei genitori acquistano articoli del genere non solo per i propri figli. Un indicatore di un certo spessore che ti fa comprendere quanto sia ampia la loro scala di utilizzazione. Tuttavia, grazie a un miglioramento strutturale del risultato finale, sembra che ci siano delle interessanti novità. Le aziende dolciarie di Unione italiana food fanno, infatti, sapere che attualmente una merendina contiene il 30% in meno di zuccheri rispetto a 10 anni fa; per non parlare, poi, dei grassi saturi (-20%) e delle calorie (-21%). Percentuali rassicuranti che certificano l’implementazione positiva di un genere dolciario capace di prendere per la gola e di riempire, anche se parzialmente, una leggera inappetenza.

La scala degli alimenti che i genitori danno ai propri figli

Secondo la nutrizionista Valeria del Balzo, le merendine, consumate 1-2 volte a settimana durante lo spuntino, assicurano varietà alla tua alimentazione. E non solo alla tua, ma anche a quella di chi ti circonda. In più, la merendina si colloca nella top five degli alimenti che i genitori suggeriscono ai loro figli. D’altro canto, è preceduta solo dalla frutta, dallo yogurt, dagli snack salati e dai panini. Senza contare che ogni anno arrivano dai 30 ai 40 prodotti nuovi sugli scaffali; insomma, un flusso inesauribile di bontà con delle particolari specifiche davvero accativanti.

Fonte: ansa.it

Commenti