Le migliori ricette per la dieta del supermetabolismo

0
480

Quali sono le migliori ricette per la dieta del supermetabolismo?

Questo particolare regime alimentare, così apprezzato da personaggi dello spettacolo italiani e non, è uno tra i più discussi e al contempo apprezzati. Nonostante si tratti di una soluzione a dir poco singolare, questa sembra portare nella maggior parte dei casi a risultati piuttosto interessanti.

La dieta del supermetabolismo si basa principalmente su una massiccia assunzione di carboidrati e su 3 fasi distinte, che corrispondono ai diversi giorni della settimana. Devi affidarti a diverse tipologie di ricette.

Ricette per la dieta del supermetabolismo: ogni fase è totalmente diversa dalle altre

A meno di particolari modifiche, il calendario se seguei questo regime alimentare dovrai suddividere la settimana in queste tre parti:

  • Fase 1 – Lunedì e Martedì – si tratta di giorni dedicati principalmente a frutta e verdura, con l’introduzione di pesce
  • Fase 2 – Mercoledì e Giovedì – in queste due giornate la priorità va spostata sulle proteine, con un consumo maggiore di uova e carni magre. Per quanto possibile, è buona prassi mantenere anche un minimo di frutta e verdura.
  • Fase 3 – Venerdì, Sabato e Domenica – Il weekend è focalizzato anch’esso sulle proteine, con maggiore spazio però a olio e ceriali.

Seguendo questi principi dunque, le ricette per la dieta del supermetabolismo possono essere varie e alquanto interessanti. Di seguito proviamo ad elencare alcune possibilità riguardo la combinazione degli alimenti.

La prima fase

La prima fase della dieta del supermetabolismo è quella che prevede un consumo maggiore di vegetali.

L’aggiunta di pesce, può dar vita a interessanti soluzioni soprattutto nel periodo estivo con fresche e gustose insalate arricchite di pesce. Che dire dunque… hai da sbizzarrirti in questo senso!

Insalata

Una insalata estiva dunque, può risultare ideale per la prima fase di questo regime alimentare. In questo senso, preparato un recipiente in cui sistemare l’insalata, appositamente preparate, è possibile sbizzarrirsi con gli ingredienti pur rimanendo entro i confini imposti dalla prima fase.

In ottica pesce, si può optare per il classico tonno o persino per i gamberetti. Carote, sedano, cetrioli, cipolle, ravanelli e peperoni possono andare ad arricchire ulteriormente un piatto già di base piuttosto gustoso. Se poi vuoi aggiungere un pizzico di esotismo al tutto, puoi aggiungere anche un po’ di papaya o mango.

Pesce grigliato

Tonno, pesce spada, salmone, triglie e quant’altro. Il pesce alla griglia rappresenta al meglio un’altra opportunità per quanto concerne le ricette per la dieta del supermetabolismo.

Definire le regole della perfetta grigliatura non è semplice visto che, molto probabilmente, avrai già un tuo metodo collaudato. In ogni caso, ti ricordo come sia importante la pulizia del pesce e, subito dopo, la fase di marinatura.

Il pesce, una volta perfettamente cotto, può poi essere arricchito eventualmente da qualche goccia di succo di limone, che non fa mai male!

Per quanto riguarda colazione, merenda e l’altro mini pasto giornaliero, puoi facilmente scegliere frutta di stagione.

La seconda fase

La seconda fase di questa dieta, si focalizza maggiormente sulle proteine. Dunque, cosa puoi preparare in tal senso?

Uova ripiene

Le uova ripiene possono essere considerate un ottimo antipasto ma, allo stesso tempo, possono combinare ottimamente un apporto proteico alla presenza di pesce.

Preparate delle uova sode, puoi dividerle in due, dividendo tuorlo e albume. Mentre tieni il bianco da parte, visto che fungerà da contenitore, puoi utilizzare il rosso amalgamandolo con del tonno, aggiungendo un filo d’olio per mantenere omogeneo il risultato. Puoi poi arricchire il risultato con ulteriori ingredienti a tuo piacimento, senza però mai contraddire le direttive della dieta seguita.

Ovviamente, non esagerare con le uova ripiene in quanto potrebbero risultare piuttosto difficili da digerire se consumate in quantità elevata.

omeletteOmelette

Anche l’omelette può essere considerata una valida soluzione per la seconda fase. Prima di procedere è bene appurare di avere a disposizione:

  • 2-3 uova
  • sale
  • latte intero
  • olio d’oliva (possibilmente extravergine)
  • una frusta

Dopo aver rotto le uova è necessario aggiungere un po’ di latte (circa 30-40 ml) e un pizzico di sale. Una volta preparati gli ingredienti in un recipiente, devi usare la frusta per amalgamare il tutto alla perfezione.

Quando l’impasto è uniforme è possibile scaldare il recipiente sul fuoco e aggiungere un filo di olio d’oliva. Per preparare una omelette perfetta, è bene cucinare il tutto a fuoco basso. Quando essa comincia a rapprendersi ai bordi, puoi coprire il recipiente e attendere ancora un po’ prima di ripiegare l’omelette su se stessa. Quando i bordi tenderanno ad essere ancor più secchi, è giunto il momento di togliere l’omelette dal fuoco e di preparare tavola!

La terza fase

Le ricette per la dieta del supermetabolismo per quanto concerne la terza fase, tornano a focalizzarsi sulle proteine e su alcuni particolari alimenti. Per ovvie ragioni dunque, prima e terza fase si possono assomigliare per quanto concerne le soluzioni. In ogni caso, ti propongo altre due ricette piuttosto adattabili al weekend.

Uova speziate al curry

Un altro modo per preparare le uova è l’utilizzo del curry. Ricorda che, volendo, puoi accompagnare tale ricetta anche con una fetta di pane integrale, visto che i cereali sono concessi in questa fase del regime alimentare.

Per preparare le uova al curry devi avere a disposizione:

  • 1 cipolla rossa media (affettata sottile)
  • 1/2 cucchiaino di sale marino
  • 1 spicchio d’aglio
  • 1 cucchiaino di polvere di curry
  • 3 albumi d’uovo
  • 1 tazza di foglie di spinaci
  • 1 cucchiaio di succo di limone
  • peperoncino (possibilmente tritato)

Adesso procedi in questo modo:

  1. scalda una padella antiaderente a fuoco medio-alto
  2. aggiungi la cipolla e il sale e prepara il soffritto per circa 4 minuti, fino a quando i pezzi di cipolla non diventano dorati
  3. tritura lo spicchio d’aglio e aggiungilo, con la polvere di curry, al soffritto
  4. versa gli albumi e mescola delicatamente continuamente il preparato per circa 30 secondi (fino a quando gli albumi non sono appena cotti ma ancora lucidi)
  5. usa una spatola per raschiare i bianchi d’uovo cotti dal fondo della padella e riamalgamarli al resto del preparato
  6. posiziona le foglie di spinaci su un piatto e, una volta posizionato l’uovo al curry, arricchisci il tutto con un po’ di succo di limone e del peperoncino.

Insalata di granchi e avocado

Concludo la lista delle ricette per la dieta del supermetabolismo con una vera e propria chicca. Ritengo l’insalata di granchi e avocado infatti, una vera e propria prelibatezza ideale per il periodo estivo (ma non solo!).

Dunque, prima di procedere, devi avere a disposizione:

  • 200 grammi di fagiolini (già tagliati a metà)
  • 200 grammi di carne di granchioù
  • una testa di insalata
  • 3 cucchiai di maionese
  • 1-2 cucchiai di succo di limone fresco
  • erba cipollina fresca tritata (circa mezza tazza)
  • un quarto di tazza di basilico fresco tritato
  • 3 filetti di branzino, anch’essi tritati
  • pepe macinato
  • un avocado tagliato a dadini
  • 200-300 grammi di pomodorini

Adesso puoi procedere nel seguente modo:

  1. procedi versando l’acqua in una casseruola e cospargila di sale
  2. metti i fagiolini e cuocere fino a quando saranno teneri (per circa 3-5 minuti)
  3. scola l’acqua dalla pentola e mettili l’acqua fredda per interrompere la cottura
  4. metti la maionese, il succo di limone, l’erba cipollina, il basilico in un frullatore e sminuzza il tutto fino a quando il preparato è omogeneo
  5. aggiungi sale e pepe per condire
  6. metti la polpa di granchio e l’avocado in una piccola ciotola
  7. a questa aggiungi i fagiolini e il preparato del frullatore
  8. prepara il piatto finale con l’insalata pulita e lavata, aggiungendo i pomodori e, proprio nel centro del piatto, aggiungi quanto preparato precedentemente.

Un piatto gustoso, bello da vedersi e che si adatta perfettamente a questo regime alimentare. Come diceva una vecchia pubblicità “Cosa vuoi di più dalla vita?“.

Commenti