La dieta del minestrone vista da vicino

0
1161
Italian soup

La dieta del minestrone è un regime alimentare che, tanto per cambiare, è giunto nel nostro paese dopo essere nato negli states. Non farti ingannare dal nome amichevole: si tratta di una dieta piuttosto rigida, iperproteica e dalla durata estremamente breve: in una settimana infatti, è possibile perdere sino a 5 chili di peso!

Naturalmente non è particolarmente equilibrata e, proprio per questo motivo, non può essere fatta a cuor leggero o per periodi più lunghi di 7 giorni. Inoltre, prima di intraprendere questo percorso breve ma intenso, è consigliato contattare il proprio medico di fiducia o un nutrizionista, per comprendere se è realmente indispensabile sottoporre il tuo fisico a uno stress del genere.

Perdere 5 chili in una settimana con la dieta del minestrone

Il regime alimentare che stiamo analizzando, si basa principalmente sul consumo di vegetali. Come è facile intuire, i minestroni la fanno da padrone: alternare broccoli, cicoria, barbabietole e simili, creando minestre sempre diverso ogni giorno della settimana, aiuta a donare un certo equilibrio alla dieta.

Di vitale importanza risultano anche le verdure, soprattutto di stagione e/o biologiche, che favoriscono la disintossicazione del corpo e facilitano la digestione, ottimizzando la dieta. Lo zucchero viene bandito, mentre sono accettati tè, succhi di frutta e yogurt magro… con il passare dei giorni poi, solitamente si tende ad essere più permissivi con dosi limitatissime di carne magra o riso integrale.

I benefici di questo regime alimentare

dieta veganaSe attuata con criterio, la dieta del minestrone può avere effetti molto positivi, soprattutto per quanto riguarda lo sgonfiamento della pancia (effetto che dovrebbe essere evidente già dopo i primi due giorni). Il graduale inserimento di altri alimenti poi, consente un ritorno alla normalità senza scossoni e quindi favorirebbe il mantenimento del peso ottenuto.

A chi serve la dieta del minestrone?

Chi ha urgenza di perdere peso, soprattutto per questioni di salute. Valori alterati di triglicelidi, glicemiao colesterolo, possono essere rapidamente riportati entro limiti accettabili in una settimana seguendo le suddette direttive.

I due pericoli principali

Come già specificato, un regime alimentare di questo genere può portare a problemi di una certa consistenza. Ipoglicemia e disidratazione sono potenzialmente i due principali rischi a cui va incontro chi segue questa dieta: massima attenzione dunque, e ricorda sempre che chi segue un regime alimentare specifico lo fa per migliorare il proprio fisico, non per danneggiarlo!

Commenti
SHARE