Individuati i neuroni responsabili della sazietà: ecco gli alimenti che li stimolano

0
808
neuroni della sazietà

Alcuni scienziati hanno scoperto con precisione quali sono i neuroni responsabili del senso dell’appetito. Si tratta di veri e propri “bottoni” che, una volta attivati scatenano quella sensazione tipica della fame.

La scoperta, che arriva dal Regno Unito, dimostra ancora una volta come il cervello umano sia un organo straordinario che conserva un’infinità di segreti che la scienza, sta lentamente cercando di svelare.

I neuroni della sazietà si chiamano taniciti e sono addetti all’attivazione o meno della fame

Si tratta di taniciti, neuroni situati nella sezione di cervello che si occupa proprio dell’alimentazione e, quando assumiamo cibi ricchi di aminoacidi, tendono a diffondere nell’organismo una sensazione riconosciuta come sazietà.

Albicocche, carne di maiale e…

Secondo i ricercatori dell’università di Warwick che hanno fatto questa sensazionale scoperta, assumere alimenti come albicocche, mandorle, pollo, avocado, carne di maiale (magari in sostituzione di della solita bistecca) e lenticchie (particolarmente ricchi degli aminoacidi in questione), il fisico tenderebbe a diffondere la sensazione di sazietà prima rispetto al solito.

Gli scienziati autori di questa fantastica scoperta si sono detti entusiasti per le possibili ripercussioni in campo alimentare, dove si cerca da anni di combattere, con risultati non sempre soddisfacenti, un grande problema come il sovrappeso.

Una scoperta sensazionale nell’ambito della cura all’obesità

Una notizia curiosa ma che potrebbe rivoluzionare l’intera scienza alimentare. Per i casi limite di obesità, per esempio, potrebbero essere sviluppati medicinali capaci proprio di influire sui suddetti neuroni, andando a spegnere il desiderio di ingozzarsi.

Dove non arriva la forza di volontà, potrebbero arrivare alcuni prodotti specifici capaci di rivoluzionare la vita di molte persone che combattono quotidianamente con disordini alimentari di vario tipo.

Nonostante il nostro paese risulti uno tra i più “in forma” al mondo (solo un obeso su dieci persone) grazie anche alla cucina mediterranea, il problema del sovrappeso non va assolutamente sottovalutato. In questa ottica, la scoperta dei taniciti può essere considerata veramente straodinaria.

Commenti
SHARE