Fibre: mangiarne tante può migliorare la vita di chi soffre di diabete

0
445
fibre

Sono molteplici gli studi basati sulla nutrizione e sul suo costante miglioramento finalizzato al benessere dell’utente di turno. E tra gli elementi presi in considerazione, non possono di certo mancare le fibre. Come ben sai, il loro valore è indiscutibile; in più, se assunte col giusto dosaggio, possono evitare di farti andare incontro a delle pericolose complicazioni. Soprattutto se soffri, purtroppo, di qualche disturbo conclamato che talvolta ti penalizza nel corso della vita di tutti i giorni. Insomma, una sorta di panacea in grado di attenuare quel livello di sofferenza e farti godere, in modo sano, ogni istante della tua esistenza.

L’impatto delle fibre sui soggetti affetti da diabete

Due studi dell’Università di Otago mostrano che l’assunzione di fibre riduce la mortalità, in particolar modo nei soggetti affetti da diabete di tipo 1 o 2. Mangiare più cereali integrali, legumi e verdure ottimizza il tuo organismo mostrando dei preziosi vantaggi. Basti pensare che, in riferimento ai predetti studi, le persone coinvolte durante i test hanno palesato dei progressi nei livelli di glucosio e di colesterolo. Indicatori, quindi, fondamentali per aumentare l’aspettativa di vita di chi patisce un disagio organico da non sottovalutare. E per donarti delle linee guida da seguire affinché tu riesca ad a seguire una dieta costantemente bilanciata.

Assimilare il cibo con una specifica linearità

Per quanto il quadro casistico sia confortante, va sottolineata anche la centralità dell’assimilazione di determinate fibre. Il secondo dei due studi condotti dai ricercatori neozelandesi sottolinea questo parametro dandoti ulteriori indicazioni in tal senso. Ad esempio, alimenti meno lavorati mantengono inalterati i benefit descritti qualche riga fa. Inoltre, mangiarli a colazione piuttosto che la sera – magari dopo cena – facilita un processo di riequilibrio che agevola lo svolgimento di qualunque attività. Perciò, sta a te gestire e organizzare il tuo iter nutrizionale in maniera esemplare; passo dopo passo, otterrai dei risultati insperati che saranno capaci di valorizzare ulteriormente le peculiarità a tua disposizione.

Fonte: sciencedaily.com

Commenti