Dimagrire con la Dieta Zona

0
878
Dieta Plank

Le tabelle alimentari del dott. Barry Sears

Non una dieta ma una strategia alimentare quella del biochimico Barry Sears, tabelle e combinazioni messe  a punto rispettando il corretto rapporto tra carboidrati, grassi e proteine per risultati strepitosi.

“Ho praticato la dieta Zona per circa otto anni, dai miei risultati, analisi e performance sportive, ho riscontrato ottimi risultati. L’ho iniziata a 22 anni partendo da uno stato di obesità, ora ne ho 30 e sono in ottima salute!”

La fine dell’estate, si sa, porta con se sempre qualche kg di troppo, eccessi, alcolici e poco esercizio fisico, settembre è il mese ideale per rimettersi in forma. Via libera al rinnovo dell’abbonamento alla palestra, ma da solo non basta …

Dimagrire con metodo, i blocchi della dieta Zona

il programma della dieta Zona, si basa sull’utilizzo di blocchi; ogni blocco, è composto da: 1 blocchetto di proteine + 1 blocchetto di grassi + 1 blocchetto di carboidrati.

Ogni pasto, è composto da 3/ 4 blocchi, superando questo numero rischiereste di saturare il sangue di zuccheri, alzando l’insulina.

Pranzo da 3 blocchi = 3 blocchetti di proteine + 3 blocchetti di grassi + 3 blocchetti di carboidrati

1/ 2 blocchi, costituiscono uno spuntino.

Uno spuntino da un blocco, ad esempio, si crea con:

  • 140 gr di yogurt bianco magro
  • 2 mandorle

La dieta Zona inizia al supermercato

Fare la spesa nel modo corretto, è determinante per la riuscita del vostro percorso, giù le mani dagli alimenti negativi, non acquistarli, vorrà dire non rischiare di cadere in tentazione nei momenti più duri.

Via libera ai cibi freschi, prodotti di stagione  maturi al punto giusto. Portate sempre con voi la tabella degli alimenti, sarà la vostra bussola tra gli scaffali del supermercato.

Le tabelle dieta Zona per organizzare al meglio la giornata

Se avete intenzione di intraprendere un percorso seguendo le regole di questa dieta, è bene organizzare la giornata seguendo le tabelle dieta Zona, le ore saranno scandite secondo un preciso ordine e comprenderanno 3 pasti e 2/ 3 spuntini, contribuendo a stimolare il metabolismo e favorire i processi di smaltimento del vostro organismo. Ciò che mangiate non si trasformerà più in adipe.

Mantenete un rapporto equilibrato tra proteine e carboidrati, non abituatevi a sforare oltre il numero consentito di blocchetti e ricordate, la forza di volontà è sempre la dieta migliore!

Quando consumare i pasti

Compilate settimanalmente la vostra tabella dieta Zona, fatelo subito dopo essere andati al supermercato e modulatela secondo i prodotti che avete acquistato, inserite degli orari indicativi nei quali consumare i pasti, il momento migliore per mangiare è prima che sopraggiunga l’appetito.

Se siete abituati a consumare la colazione molto presto, la mattina, inserite una spuntino prima del pranzo, sedersi a tavola affamati, rende più difficile prestare attenzione alle quantità e scatena la fame compulsiva. Limitate l’acqua durante il pasto (distribuitela durante il resto della giornata), se vi concedete un calice di vino rosso, consideratelo come 1 blocchetto di carboidrati.  

In cucina con la dieta Zona

Come si prepara un pasto in Zona? Partiamo dalle proteine per costruire un pranzo ad Hoc, (per le prime volte, consultate le vostre tabelle), scegliete quelle magre: pollo, tacchino, pesce azzurro. I vegetariani, possono sostituire le proteine della carne con quelle della soia. Aggiungete carboidrati, frutta e verdura di stagione cruda sono l’ideale, no a cereali, pane e pasta, concedeteveli ogni tanto, con moderazione. Completate i blocchetti a vostra disposizione con i grassi: olio Evo e frutta secca sono i più gettonati.

Una volta che tutto sarà pesato e sporzionato, non resta che dare libero sfogo alla creatività, le ricette sono innumerevoli, se proprio la fantasia non è dalla vostra, potrete fare affidamento ai numerosi ricettari in circolazione.

Buon appetito, e se avete qualche consiglio o ricetta da condividere, postatela!

 

Commenti
SHARE