Dieta Plank, mantenimento del peso

1
5444
Dieta Plank

La dieta Plank è una delle più apprezzate nel settore del dimagrimento per via della promessa di non rimettere i chili persi

La Plank, o dieta proteica, permette un dimagrimento veloce nel giro di poche settimane. Si basa su alimenti iperproteici come la carne rossa, le uova, il pesce ed evita nella maggior parte dei casi i carboidrati quali pasta, riso, pane, zuccheri semplici e complessi. Banditi ovviamente grassi di origine animale e anche quelli di origine vegetale, che ricordiamo fanno bene. Rientrano nella lista nera i cibi da fast-food, i fritti, i dolci preconfezionati, i cibi preconfezionati, la maggior parte della frutta e della verdura.

Esempio di menù settimanale dietetico

Nel menù settimanale dietetico in fase di dimagrimento rientrano oltre alle proteine il caffè senza zucchero a colazione. A pranzo le proteine sono introdotte con le uova mentre a cena con la bistecca oppure con il prosciutto. A differenza di altre diete ipoproteiche la Plank permette una cena a base di sola frutta e yogurt (una delle cene più difficili da mandar giù) e l’introduzione di una porzione di frutta o verdura con le uova o con la carne.

Ciò che secondo il suo autore, permetterebbe alla dieta plank mantenimento del peso negli anni a venire il dimagrimento, è il cambiamento radicale che avviene durante la dieta. Infatti, il caffè senza zucchero accelera il metabolismo, innescando dei cambiamenti profondi nel corpo, il quale secondo il principio della Plank non torna più come prima. Ecco il menù settimanale dietetico da seguire:

LUNEDI’: Colazione: Caffè senza zucchero – Pranzo: due uova sode e spinaci – Cena: bistecca e insalata.

MARTEDI’: Colazione: caffè senza zucchero e un po’ di pane – Pranzo: una bistecca, insalata e frutta – Cena: prosciutto cotto.

MERCOLEDI’: Colazione: vedi martedì – Pranzo: due uova sode, insalata e pomodori – Cena: prosciutto cotto e insalata.

GIOVEDI’: Colazione: vedi martedì – Pranzo: un uovo, carote crude o bollite, formaggio svizzero – Cena: frutta a piacere e uno yogurt.

VENERDI’: Colazione: carote, limone e caffè nero – Pranzo: pesce al vapore e pomodori – Cena: una bistecca e insalata.

SABATO: Colazione: vedi martedì – Pranzo: pollo alla griglia – Cena: 2 uova sode, carote.

DOMENICA: Colazione: tè con limone, ovviamente senza zucchero – Pranzo: una bistecca alla griglia, frutta a piacere – Cena: tutto quello che desiderate (ovviamente tra proteine e frutta e verdura).

Nel menù settimanale dietetico, lì dove non è indicato il quantitativo, ipoteticamente se ne può assumere la dose che vogliamo. Non bisogna dimenticare di bere almeno due litri d’acqua al giorno, così da aiutare i reni nell’espellere le proteine in eccesso.

Dieta plank: mantenimento del peso post dimagrimento

In seguito alle due settimane di regime alimentare iperproteico e ipocalorico, la dieta plank con il mantenimento introduce un paio di volte a settimana i carboidrati. Ad esempio è possibile mangiare a pranzo 60 grammi di pasta o 50 grammi di pane senza però eliminare il secondo. È importante inserire i carboidrati e i grassi (olio extravergine di oliva) lentamente. Di solito si effettuano due settimane di rodaggio in cui s’immette pasta e pane in porzioni ridotte e altre due settimane in cui si aumentano le porzioni di carboidrati e si aggiunte anche la frutta.

Voi come avete reintrodotto i cibi nella fase di mantenimento? Lasciate un vostro commento così da potervi confrontare.

Commenti
Valutazione articolo:
  • Antonella
  • Sonia
  • Maria G.
  • Arianna C.
  • Sergio
4.9

1 COMMENTO

Comments are closed.