Coronavirus e cibo: tutto quello che c’è da sapere

0
101

Qual è il rapporto tra Coronavirus e cibo?

La connessione tra il famigerato Covid-19 e l’alimentazione presenta tanti aspetti che, troppo spesso, anche gli specialisti snobbano colpevolmente.

Nonostante non siano (al momento) registrati casi di trasmissione attraverso l’assunzione di alimenti, risulta comunque fare grande attenzione. Infatti, la natura mutevole del virus, potrebbe portare, in futuro, anche la semplice alimentazione come fattore a rischio.

Analizzando prima i rischi legati a Coronavirus e Cibo, dovresti tenere conto di alcuni pericoli ben più concreti che spesso si ignorano.

Cibo e Coronavirus: fare la spesa è un momento molto delicato

Se nei supermercati viene (più o meno rigorosamente) rispettato il distanziamento, questo accorgimento può non essere sufficiente.

Per esempio, dovresti pulire con disinfettante le mani e il carrello/cestino prima di raccogliere i prodotti. Allo stesso punto, una volta terminata la spesa, dovresti disinfettare o lavarti le mani il prima possibile.

Altro errore che potresti fare è sottovalutare le monete, sia di carta che di metallo. Immaginate con quanta facilità passano di mano in mano e a quale rischio ci sottoponiamo ogni qual volta, ricevuto il resto, non siamo accorti nell’evitare qualsiasi contatto con parti del corpo vulnerabili.

lista della spesaQuando torni a casa…

Altro momento in cui è bene fare grande attenzione è quando si torna a casa. Qui è possibile trattare la spesa senza fretta, anche visto di come il virus tende a non vivere a lungo sulle superfici anche svariate ore.

Un consiglio utile in tal senso, potrebbe essere quello di eliminare immediatamente le confezioni esterne, che possono arrivare più facilmente a contatto con il virus. Stesso discorso per i sacchetti, che dovresti “isolare” per qualche giorno al fine di sanificarli naturalmente.

Risulta importante che ti ricordi quanto questo nemico invisibile sia facilmente eliminato se sottoposto al sole, quindi basterà stendere il tuo sacchetto come se fosse un indumento.

Dovresti fare tutto ciò il prima possibile e andando poi a disinfettare le zone con cui sacchetti e confezioni sono venute in contatto. Ovviamente, tutte le volte in cui le tue mani vanno a contatto con superfici potenzialmente a rischio, dovresti intervenire poi lavandole a lungo e accuratamente.

Non mi stancherò mai di raccomandare di fare attenzione alla pulizia delle mani, perché sono, assieme alle goccioline che si rilasciano col respiro, il veicolo che consente all’infezione di penetrare le nostre difese.

Involontariamente ti puoi facilmente toccare gli occhi, le labbra e il naso. Tutte zone del corpo che offrono un’occasione che il virus difficilmente si fa scappare.

Il covid-19 in cucina

Nonostante non siano stati individuati casi di contagio via alimentazione, anche quando prepari il cibo dovresti fare una certa attenzione.

Sul tema del Coronavirus e del cibo, potresti avere il dubbio se consumare o meno verdura o altri alimenti crudi, devo ammettere che è venuto anche a me!

Se è vero che, almeno attualmente, questo tipo di contagio è pressoché impossibile, preferisco sempre restare sulla difesa. Dunque, nel dubbio, preferisco lavare con acqua corrente frutta e verdura, con particolare attenzione se intendo consumarla cruda (cosa che personalmente faccio sempre).

Al di là del lavarsi le mani prima di mangiare, come ci hanno insegnato i nostri genitori, non ci sono altri problemi di sorta.

dieta mediterraneaCovid-19 e cibo: quali alimenti ti possono aiutare?

Sempre in ottica Coronavirus e alimentazione, un altro dubbio che potresti avere riguarda quale tipo di dieta potrebbe aiutarti a prevenire l’infezione o, perlomeno, a renderla meno aggressiva.

In realtà, questa domanda ha una risposta piuttosto logica. Tutto ciò che aiuta a rinforzare il tuo sistema immunitario ti è potenzialmente utile. Non esistono “formule magiche” e, vaccini a parte, chiunque propone soluzioni di questo tipo non merita la tua fiducia!

Allo stesso tempo, puoi comunque fortificare il tuo fisico con il giusto apporto di vitamine e sostanze. In parole povere, non dovresti far mancare mai alla tua dieta:

  • Vitamina C, che come per l’influenza e il raffreddore, può aiutare a prevenire o ridurre i sintomi di malattie solitamente legate al periodo invernale;
  • Vitamina D, che, come dimostrato da diversi studi, rafforza il sistema immunitario a livello generale;
  • Zinco, la cui carenza può rendere il tuo fisico meno resistente ad eventuali infezioni (attenzione all’eventuale allergia!);
  • Probiotici, questi prodotti, oltre a regolare l’intestino, secondo alcune ricerche rinforzano anche il sistema immunitario.

Con un occhio di riguardo per queste sostanze, puoi poi avvalerti, come sempre, di una dieta equilibrata e varia.

Calcola inoltre che, con la difficoltà nello svolgere l’attività fisica in palestra e in molti casi l’apporto di proteine e carboidrati dovrebbe ridursi leggermente. La sedentarietà è un problema che, proprio in questi tempi di smart working, può essere ancora più grande.

Non dimenticarti dunque, di abbinare anche un minimo di esercizi (anche in casa) con una buona alimentazione.

Fonti: Medicalfacts e Auxologico

Commenti