Bevande a zero calorie: ma davvero non fanno ingrassare?

0
477

Da qualche anno a questa parte si sono diffuse sul mercato una serie di bevande a zero calorie: si tratta di versioni light di prodotti celebri che, molto probabilmente, avrai già visto e rivisto più volte nel supermarket sotto casa (e forse consumato anche qualche volta!).

Visto il numero sempre crescente di persone che si sottopone a varie diete, l’industria ha pensato bene di recuperare questa fetta di mercato proponendo bevande dietetiche che, almeno teoricamente, promettono al consumatore una presunta compatibilità con qualunque regime alimentare, ma sarà vero?

 

Come viene sostituito lo zucchero nelle bevande a zero calorie?

Che si tratti di coca cola light o di qualunque altra bevanda in versione “dietetica” effettivamente, lo zucchero è assente da questi prodotti.

Solitamente esso viene sostituito da altri prodotti dai nomi piuttosto preoccupanti: tra di essi figura il famigerato aspartame, fino a qualche tempo fa tenuto in alta considerazione da chi è solito sottoporsi a regimi alimentari piuttosto severi.

 

Aspartame: meglio o peggio dello zucchero?

Abbiamo citato prima la coca cola light, ma sono tante altre le bevande (e non solo) che sfruttano l’aspartame come surrogato dello zucchero.

Secondo recenti studi però, questo è ancor più dannoso dei dolcificanti più tradizionali: tra le caratteristiche dell’aspartame risulta quella che porta, in determinati casi, alla creazione di un aminoacido (detto fenilalanina) potenzialmente cancerogeno.

Calcolando che questo prodotto viene ingerito in quantità talvolta anche piuttosto sostanziose, potete capire come le bevande a zero calorie a volte siano piuttosto pericolose.

Esistono anche altre tipologie di dolcificanti quali la stevia, decisamente più naturale ma non esente da controindicazioni: un uso massiccio di questa pianta in sostituzione allo zucchero tradizionale, può causare effetti collaterali come ipotensione e ipoglicemia.

 

Dietetiche si, ma con il gas…

A conti fatti, queste bevande non ingrassano nel vero senso della parola e quindi (al netto delle controindicazioni) sarebbero quasi accettabili in una dieta se non fosse che molte di queste sono gassate.

A questo punto infatti, sorge un altro problema: l’anidride carbonica che viene assunta con il consumo di bevande dietetiche gasate infatti, non solo gonfia lo stomaco, ma va anche a diminuire la soglia di sazietà, aumentando la fame.

 

Un compromesso per chi proprio non può farne a meno

Sei tra quelle persone che non riescono a fare a meno della Coca Cola? Ogni tanto va bene anche fare uno strappo alla regola e concedersi un bicchiere (ma giusto uno, mi raccomando!) tenendo sempre presente che tra eventuale gas e dolcificanti vari, stiamo comunque facendo una trasgressione non da poco…

Commenti
SHARE